IL PROCESSO INDIVIDUATIVO ILLUSTRATO DALLA DIVINA COMMEDIA

PSICOLOGIA ANALITICADocenti: Claudio Widmann

Il viaggio di Dante attraverso i tre regimi dell’ultramondo si presta ad essere letto simbolicamente come narrazione di un percorso individuativo. E forse è la descrizione più completa e organica di disponiamo. I tre regni ultramondani danno rappresentazione simbolica, rispettivamente, all’abisso dell’inconscio, al regno dell’Io e alla sfera del Sé. Nella cantica dell’Inferno è possibile ricostruire la variegata fenomenologia dell’inconscio e le dinamiche che caratterizzano gli stati psichici segnati da una prevalente inconsceità. Nella cantica del Purgatorio si assi-ste all’emancipazione dell’Io e alle difficoltà che esso incontra nell’affinare specifiche funzioni e un particolare tipo di coscienza. Sulla cima del monte Purgatorio l’Io celebra l’acme della sua maturazione, che non consiste in un’esaltata capacità non di autoaffermazione, ma di autotrascenden-za.

Nella cantica del Paradiso questa capacità di prescindere da se stesso e dalle inclinazioni che gli sono proprie, consente all’Io di accedere alla sfera del Sé. Sperimenta stati psichici ca-ratteristicamente transpersonali e – alla fine – ha una folgorante, non rappresentabile esperienza della totalità psichica. In queste due giornate seminariali l’itinerario simbolico di Dante viene ripercorso per intero allo scopo di ricostruire il disegno individuativo nella sua compiutezza. Viene proposto attraverso una narrazione introspettiva, che mira a sollecitare l’intui-zione di stati psichici che via via s’intrecciano e si avvicendano. 

[I-IV anno | 6 moduli]

19 Gennaio 2022 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969