LA RELAZIONE TRA IL TEMA DEL COMPLESSO E LA TIPOLOGIA (I-II ANNO)

PSICOLOGIA ANALITICADocenti: Marco Gay

È possibile stabilire una relazione utile ai fini psicoterapeutici tra queste due costruzioni teoriche di C.G. Jung secondo due vettori. Da un lato la tipologia è situata psicologicamente in una relazione tra il superiore e l’inferiore, tra il differenziato e l’indifferenziato, tra lo spazio della coscienza, la sua tendenza ad allargarsi e lo spazio dell’ignoto.

Nella teoria del complesso, invece, emergono in primo piano due modi della coscienza: uno libero e aperto, l’altro chiuso, iterativo, tutto sommato regressivo. Come è evidente, vi sono delle somiglianze, ma anche differenze. La teoria dei complessi appare più vicina alle tematiche freudiane, con gli approfondimenti sulle fissazioni libidiche.

La tipologia è molto più fluida e si apre al mondo nella sua completezza, cioè ai vari modi dell’essere e delle funzioni ad esso necessarie. Articolare questi due modelli interpretativi può allora significare approfondire la relazione tra progressione e regressione, tema peraltro fondamentale nella teoria delle nevrosi di Jung.

[4 moduli]

28 Settembre 2020 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969