Archivio Didattico >>

LIBIDO, LE DINAMICHE DELLA REGRESSIONE (I-II)
Psicologia AnaliticaDocenti: Daniele Ribola

Il corso si propone di approfondire il codice archetipico dei processi regressivi, di coglierne i movimenti e le figure ricorrenti, di verificarne il potenziale evolutivo e la pericolosità.

Siamo nel cuore dell’idea junghiana di libido, di incesto, di morte e rinascita e di sacrificio.

Letture mitologiche e antropologiche si fondono con aspetti clinici rendendo necessario un approccio transdisciplinare. 

[6 moduli]

MADRI E FIGLIE (III-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Daniele Ribola

Uno sguardo sulla complessità di un rapporto problematico attraverso la lettura di romanzi come Il Ballo di Irène Némirovsky, o Il circolo della fortuna e della felicità (The Joy Luck Club, 1989) di Amy Tan e di alcune scene del film da esso tratto, diretto da Wayne Wang (1993) e dallo stesso titolo. 

[6 moduli]

ANIMUS: BOZZOLO E CRISALIDE (I-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Ilaria Datta

Il titolo è un omaggio a quello che Barbara Hannah, in analisi da Jung, avrebbe voluto dare alle sue letture del 1962 Il problema dell’Animus nella donna moderna, che lei avrebbe invece voluto intitolare The Animus Cocoon, ma le fu rifiutato.

Jung sosteneva che l’intelletto e le conoscenze teoriche non sono tutto quello di cui abbiamo bisogno per l’assimilazione dei contenuti inconsci e soprattutto dei contenuti archetipici.

Solo quando questi contenuti appaiono soggettivamente fuori dalla psiche inconscia dell’individuo, attraverso il processo creativo impregnato di mistero, essi possono diventare una profonda esperienza di realtà. Barbara Hannah scrisse sull’Animus mettendo in gioco i propri vissuti, oltre ai vissuti delle donne che conobbe e delle autrici di cui studiò le opere e le vite: «È a partire dalla mia esperienza – questa piccola isola e pezzo di terra relativamente fermo – che sto tentando di scrivere sul problema dell’Animus».

[4 moduli]

SUPER-IO E COSCIENZA MORALE, ASPETTI TEORICI (I-II)
Psicologia AnaliticaDocenti: Michele Oldani

Istanza psichica introdotta da Freud nella seconda topica, il Super-io rappresenta l’insieme dei valori psicologici che da una parte limitano e dall’altra fondano la coscienza.

Strutturandosi in seguito al declino del complesso di Edipo, risulta essere il prodotto dell’interiorizzazione dei divieti ad esso collegati e successivamente delle regole e delle istanze morali proprie della famiglia e delle agenzie formative sociali.

Jung tiene invece ancorata questa istanza alla potenza dei valori psichici del passato di cui alcune immagini archetipiche sono espressione e ne inserisce la funzione in un più ampio schema collaborativo che prevede contemporaneamente il riconoscimento da parte dell’Io della preponderanza della psiche profonda di cui anche il Super-io è espressione e la collaborazione con esso a fini individuativi. 

Il corso si propone un approfondimento delle teorie ed uno sguardo sulle conseguenti declinazioni relative alle problematiche psicopatologiche.

[4 moduli]

SUPER-IO E COSCIENZA MORALE, ASPETTI CLINICI (III-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Michele Oldani

Istanza psichica introdotta da Freud nella seconda topica, il Super-io rappresenta l’insieme dei valori psicologici che da una parte limitano e dall’altra fondano la coscienza.

Strutturandosi in seguito al declino del complesso di Edipo, risulta essere il prodotto dell’interiorizzazione dei divieti ad esso collegati e successivamente delle regole e delle istanze morali proprie della famiglia e delle agenzie formative sociali.

Jung tiene invece ancorata questa istanza alla potenza dei valori psichici del passato di cui alcune immagini archetipiche sono espressione e ne inserisce la funzione in un più ampio schema collaborativo che prevede contemporaneamente il riconoscimento da parte dell’Io della preponderanza della psiche profonda di cui anche il Super-io è espressione e la collaborazione con esso a fini individuativi.

Il corso si propone un approfondimento delle teorie ed uno sguardo sulle conseguenti declinazioni relative alle problematiche psicopatologiche.

[4 moduli]

PSICOLOGIA ANALITICA, PSICOLOGIA COMPLESSA (III-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Rossella Ricci

Introduzione alla psicologia di Jung (Studien zu C. G. Jung’s Psychologie, Zurich 1959) è un saggio di Toni Wolff che ci accompagnerà tra teoria (dinamica, struttura ed energetica della psiche) e nel lavoro terapeutico, attraverso le concezioni formulate da C.G. Jung in L’io e l’inconscio, Energetica della psiche e nei Tipi psicologici.

JUNG, LE OPERE DAL 1935 AL 1943 (I-II)
Psicologia AnaliticaDocenti: Giulia Valerio

Il corso prosegue lo studio delle Opere di Jung, già avviato, concentrandosi sul periodo che va dal 1935 al 1943, in cui Jung approfondisce alcuni temi fondamentali della sua ricerca e della sua prassi clinica, come il concetto di inconscio collettivo, il processo individuativo, le ricadute del complesso, la psicologia dell’archetipo e il funzionamento dell’elemento proiettivo.

Alla lettura di alcuni passi verranno affiancati esempi clinici e analisi di sogni, che potranno essere trattati in forma seminariale.

LA NECESSITÀ DELLA VITA SIMBOLICA. JUNG, LE OPERE DAL 1935 AL 1943 (III-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Giulia Valerio

Il corso prosegue lo studio delle Opere di Jung, concentrandosi sul periodo che va dal 1935 al 1943, segnato dal punto di vista storico dalle premesse e dallo scoppio della seconda guerra mondiale.

Jung in questi anni approfondisce l’esplorazione del profondo e delle modalità che regolano i movimenti psichici, alla ricerca della profondità ed efficacia degli archetipi che determinano il destino collettivo e singolare.

Verrà posta particolare attenzione agli studi che si concentrano sulla necessità esistenziale della visione e della vita simboliche. 

[6 moduli]

ARTE E FOLLIA (I-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Marco Gay

L’artista è chiamato dalla sua stessa vocazione a perseguire, nella propria ricerca di nuove forme artistiche e percettive (i “percepta” di Deleuze in Che cos’è la filosofia?), una certa eccentricità nell’esposizione all’inconscio.

Di qui il dilemma in cui si trova tra creatività e follia (vedi Jasper, Genio e follia). 

In questo tema si introducono le dinamiche archetipiche dei nostri pazienti tra l’essere afferrati da contenuti cosiddetti psicotici e le sirene della coscienza collettiva.

[5 moduli]

LABORATORIO SU CASI CLINICI (III-IV)
Psicologia AnaliticaDocenti: Valeria Trapani, Giulia Valerio

Alcuni casi clinici, trattati e presentati dai docenti, saranno elaborati dagli allievi in piccolo gruppo.

[4 moduli]

13 Luglio 2020 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969