I docenti della scuola

I docenti responsabili

Laura Becatti

Psicologa clinica e di comunità e psicoterapeuta a indirizzo junghiano. Vive e lavora come libera professionista a Milano. Ha un master in counseling a indirizzo umanistico e uno in Sandplay Therapy. Ha inoltre integrato la sua formazione con lunghe esperienze di teatro d’improvvisazione, arteterapia, danzamovimentoterapia, tai chi chuan, meditazione e giardinaggio terapeutico. Si è occupata per molti anni di riabilitazione psichiatrica presso centri diurni e comunità sul territorio di Milano. È membro del Gruppo di coordinamento del Centro Studi e del Comitato direttivo della Scuola Li.S.T.A. e collabora con il Centro culturale junghiano Temenos per il quale è delegata territoriale su Milano. Ha tradotto diversi testi in ambito psicologico dall’inglese e dal tedesco.

Claudio Cassardo

Specializzazione Post Lauream in Psicologia Clinica, Università Cattolica di Milano. Socio Ordinario SPI, Full Member IPA; Responsabile UOS Paziente Medico Ospedali San Paolo e San Carlo, Milano; Socio Ordinario Il Nodo Group, Associazione Torino, Partner italiana Tavistock. Svolge dal ’90 attività clinica e di supervisione con singoli e gruppi, sia gruppi clinici, sia gruppi istituzionali, sia gruppi di esperienza. È Membro dello Staff nelle Conferences organizzate da Tavistock e Il Nodo. Lavora dal ’90, all’interno delle sue attività in Ospedale, in Cps e in Spdc. Ha insegnato “Gruppi” presso l’Università Cattolica come Professore a Contratto dal 1995 al 2005; “Psicologia clinica” presso l’Università Statale, alla Facoltà di Scienze Infermieristiche, Corso Magistrale, dal 2008 al 2019; collabora all’insegnamento di “Comunicazione e relazione” presso la Facoltà di Medicina presidio San Paolo (Prof.sa Vegni); ha svolto attività di Cultore della materia prima a Torino a Psicologia Sociale (Prof. Stella, anni 1985-1990), poi a Milano in Cattolica (Prof. Stella 90-95); durante questa attività ha svolto seminari sui sogni, il tempo, il gruppo, Melanie Klein, Bion, Winnicot, i casi clinici di Freud. Ha scritto alcuni lavori, tra gli altri, sull’ascolto nella psicoanalisi, sulla dipendenza dell’analista, sul funzionamento del gruppo nella istituzione, sul rapporto tra sociale e psicoanalisi, sul rapporto tra il sogno e la malattia, sull’uso del corpo nella psicoanalisi.

Simone Castellari

Psicologo e psicoterapeuta, emiliano di nascita e torinese di acquisizione. Dopo una laurea in Psicologia del lavoro dirige il proprio percorso formativo verso la clinica. Si laurea, presso l’Università di Torino, in Psicologia clinica e di comunità, con una tesi sul cambiamento psicopatologico in relazione al contesto storico-sociale, seguendo una prospettiva sociologica e psicologica. Si forma come psicoterapeuta presso la Scuola Li.S.T.A. oltre che attraverso anni di preziosi percorsi analitici personali. Per sei anni lavora come psicologo presso la Comunità Terapeutica Il Porto onlus di Moncalieri (TO). Qui segue i percorsi terapeutici di pazienti, conduce un gruppo terapeutico e collabora alla parte diagnostica dei nuovi ingressi. Dal 2014 decide di occupare le energie professionali nell’attività di psicoterapeuta e nel proseguimento della propria formazione personale. Conclude il suo percorso di studi presso la scuola Li.S.T.A. con un lavoro di tesi sulla relazione tra Io e inconscio dal titolo L’acqua e i sogni.

Paola Cesati

Membro del Comitato di coordinamento del Centro Studi, psicologa e psicoterapeuta ad indirizzo junghiano, svolge attività clinica individuale e di gruppo a Milano e a San Donato Milanese. Si occupa di riabilitazione psichiatrica presso la Fondazione Lighea, dove ha approfondito la pratica della scrittura creativa in gruppo. Formatasi come attrice presso la Scuola d’Arte Drammatica del Teatro Arsenale di Milano, realizza interventi di Drammaterapia finalizzati alla prevenzione del disagio sociale e alla formazione.

Massimiliano Cau

Psicologo, psicoterapeuta e analista di formazione junghiana. Vive e lavora a Vercelli. Dopo la maturità scientifica, si laurea in Psicologia con indirizzo clinico e di comunità presso l’Università degli Studi di Torino. Quindi, dopo una prima esperienza professionale nell’ambito della gestione e selezione delle risorse umane, si occupa per diversi anni di progettazione e coordinamento di servizi socioassistenziali presso enti no profit nelle province di Vercelli e Torino. Nel 2018 si specializza in psicoterapia presso la Scuola di Psicoterapia Analitica LI.S.T.A. di Milano con una tesi sul Puer dal titolo Il giovane alato. Parallelamente intraprende un cammino formativo in Sandplay Therapy con l’obiettivo di ampliare il suo ambito di intervento all’infanzia e promuovere questa preziosa pratica analitica nel suo territorio. Da un paio di anni conduce in collaborazione con l’Associazione di Volontariato Stop Solitudine interventi di educazione sentimentale presso l’Istituto Tecnico Statale Leonardo da Vinci di Borgomanero. Attualmente è il coordinatore della formazione presso una cooperativa sociale della provincia di Vercelli e svolge attività di supervisione agli operatori sociosanitari di una RSA. Da quest’anno è referente psicologo del progetto “Presa in carico psicoterapeutica di pazienti con disturbo da gioco d’azzardo e loro familiari” presso il Ser.D dell’ASL di Vercelli. Inoltre, è referente del Servizio Help Desk Anziani e consulenza psicologica presso Eudaimon SpA, azienda vercellese che si occupa di welfare aziendale. Riceve privatamente nel suo studio a Caresanablot (VC).

Ilaria Datta

Nata a Milano. Psicoterapeuta a orientamento junghiano, fa parte del comitato direttivo della Scuola Li.S.T.A. e del Centro Studi. I primi due anni di vita trasferitasi con i genitori ad Algeri, ha in seguito viaggiato molto: dall’outback australiano dove è entrata in contatto con la cultura aborigena, all’India bengalese, in particolare la città di Calcutta, dove ha vissuto per un anno. Ha collaborato con Terre des Hommes in progetti per la tutela dei diritti delle donne in prostituzione e dei loro figli, a Jessore e a Jamalpur. In Bangladesh ha vissuto e lavorato anche a Dhaka, dove ha seguito un progetto di scolarizzazione dei ragazzi di strada e dei bambini delle baraccopoli, occupandosi della formazione degli inseganti e dei counselor psicologi. Ha lavorato in ambito pubblicitario, nelle ricerche qualitative. Ha coordinato diversi servizi in ambito educativo per l’infanzia e fatto parte del gruppo di ricerca Kairos sullo studio dei cambiamenti del mondo dei giovani. Ha tenuto lo sportello di ascolto psicologico di Arluno. Ha scritto articoli di psicologia per il portale Hipp, dedicato ai bambini. Ha realizzato il documentario “Benvenuto a Calcutta – Familia Home”, in collaborazione con l’ong Familia Home India. Ha tenuto e tiene conferenze e corsi presso alcuni CAM milanesi e biblioteche in varie zone d’Italia, su temi riguardanti la psicologia analitica. Interviene nella trasmissione Rai, Sottovoce, per dare una lettura psicologica dei sogni dei partecipanti. Riceve privatamente a Milano, Abbiategrasso e online.

 

Magda Di Renzo

Laureata in Filosofia, Logopedia e Psicologia, analista junghiana, membro del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) e dell’IAAP (International Association for Analytical Psychology). Responsabile del servizio di Psicoterapia dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Istituto di Ortofonologia di Roma, dal 1974 svolge attività clinica nell’ambito delle patologie dell’età evolutiva e si occupa di formazione, avendo diretto e/o condotto corsi per logopedisti, psicomotricisti, insegnanti di sostegno, educatori professionali, pediatri e psicologi ed esercitando attività di supervisione anche in contesti istituzionali. Docente di psicologia e psicopatologia dell’età evolutiva in varie scuole di specializzazione per psicoterapeuti, dirige dal 2000 il Corso quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia dell’età Evolutiva a indirizzo psicodinamico dell’Istituto di orto fonologia di Roma.

Apam Dolo

È testimone accreditato della trasmissione orale della cosmogonia, della religione e della mitologia dogon. Soprannominato ‘l’Antico’ o ‘l’Antenato’, viene considerato tra i Dogon come il rappresentante vivente della tradizione. Nato nel 1961 a Sangha, il villaggio più conosciuto e studiato per la ricchezza dei suoi riti e dei racconti sacri, discende dalla famiglia degli interpreti di Marcel Griaule. Oltre ad essere contadino, come tutti i Dogon, è iniziato dai sapienti ai saperi segreti, al mestiere di guida-interprete e di mediatore con gli stranieri. Partecipa a progetti di cooperazione e di scambio; le sue conoscenze ne fanno un collaboratore prezioso di antropologi, etnologi, operatori della cura e dell’educazione e di ricercatori.

Kossi Fiawoo

Psicologo, si è laureato a Verona. È nato a Lomé in Togo ed è arrivato in Italia nel 2013. Ha effettuato il tirocinio a Metis Africa, ed è rimasto come collaboratore e membro dell’équipe etnoclinica, come formatore e come co-conduttore di laboratori interculturali. Conduce laboratori di accompagnamento e sostegno psicologico in CAS e SPRAR del veronese. Parla francese, inglese, italiano, ewe, mina e twi.

Marco Gay

Laureato in filosofia (Genova, 1967), è psicoterapeuta e psicoanalista junghiano. Si è formato al C.G. Jung Institut di Zurigo. Ha lavorato per sei anni alla clinica Zürichberg. Analista didatta del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) dal 1982 al 1993. Docente presso il CIPA. È co-fondatore dell’associazione culturale Metis e della onlus Metis Africa e membro del direttivo di Li.S.T.A. È tra i fondatori della rivista «La pratica analitica» e ha diretto «Immediati dintorni». Ha collaborato con varie Università e istituzioni. Oltre a numerosi saggi sulla pratica terapeutica, sui processi e dispositivi di cura e sulla dimensione immaginale e mitologizzante della psiche, è autore di La relazione analitica. Da Asclepio a Don Giovanni, Red, 1998; curatore di Là dove il mito vive, Moretti & Vitali, 2003; e di Lo Zarathustra di Nietzsche: C.G. Jung e lo scandalo dell’inconscio (con I. Schiffermüller), Moretti & Vitali, 2013.

Giuseppe Lombardi

Laureato a Milano in Medicina nel 1970 ed ivi specializzato in Psichiatria nel 1976. Diplomato al C.G. Jung Institut di Zurigo nel 1982 dove è riconosciuto Appointed as Analist for Self Experience (LA). Ha lavorato presso le strutture psichiatriche Cantonali del Canton Ticino per sedici anni prima come assistente e poi come Capo Servizio occupandosi in particolare di un laboratorio di psicoterapia per giovani psicotici. Attualmente collabora con le stesse Istituzioni nella formazione dei medici specializzandi e degli psicoterapeuti. Insegna Psichiatria alla SUPSI ed è supervisore di due comunità psichiatriche del Centro Gulliver di Cantello. Dal 1987 conduce attività libero professionale come analista e in minor misura come psichiatra.

Gianluca Minella

Psicologo e psicoterapeuta ad orientamento junghiano. Si è laureato in Filosofia e in Psicologia. Specializzato presso la Scuola di Psicoterapia Li.S.T.A (Libera Scuola di Terapia Analitica) di Milano, diplomato in Ipnosi Clinica e Comunicazione Ipnotica all’Istituto Franco Granone di Torino, C.I.I.C.S. (Centro Italiano Ipnosi Clinico Sperimentale) e Master in PNL Umanistica. Esperto di meditazione e mindfulness. Fa parte del Comitato Scientifico Editoriale del Centro Culturale Junghiano Temenos di Bologna ed è membro del Comitato Direttivo del Centro Studi della Scuola di Psicoterapia Li.S.T.A. Si occupa di formazione e facilitazione lavorando con i gruppi e nelle organizzazioni. Svolge attività di consulente come esperto di comunicazione. In ambito clinico lavora privatamente con pazienti adulti e dell’età evolutiva. Riceve a Castelletto Sopra Ticino (NO), a Induno Olona (VA), a Milano e on-line.

Idrissa Le Sage Traoré

Nato in costa d’Avorio, arriva in Italia attraverso il deserto, la Libia e il mare. Calciatore nel suo paese di origine, arriva nel veronese come richiedente protezione internazionale. Esperto di tradizioni e di dimensioni iniziatiche, collabora dal 2016 con MetisAfrica come membro dell’équipe delle consultazioni etnocliniche, come formatore e come co-conduttore di laboratori interculturali. Vive a Ala di Trento.

Giulia Magnani

Vive e lavora a Bologna dove opera nell’ambito dei servizi territoriali della Neuropsichiatria del Dipartimento di Salute Mentale coordinando una équipe per consultazioni di psichiatria transculturale. Si occupa principalmente dell’inquadramento diagnostico nell’ambito delle difficoltà linguistiche e di comunicazione in età evolutiva, in particolare nell’infanzia, ed è la Referente territoriale per gli interventi rivolti a minori stranieri non accompagnati. Ha conseguito un Diploma universitario in Psicopatologia in Francia, frequentando l’Unità di Formazione e Ricerca di Bobigny a Parigi e ha svolto un Tirocinio clinico nel Servizio di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Ospedale Avicenne, nell’Università di Parigi 13, entrambi sotto la direzione della professoressa Marie Rose Moro. Per lei ha tradotto in italiano alcuni testi fondamentali come il Manuale di psichiatria transculturale. Dalla clinica alla società e I nostri bambini domani.

Roberto Maisto

Vive e lavora a Bologna dove ha svolto la sua attività di psichiatra nel Dipartimento di Salute Mentale fino al 2018. Attualmente lavora privatamente come psicoterapeuta di formazione junghiana ed è stato fondatore con altri colleghi del Centro di formazione e ricerca permanente Metis, partecipando ed organizzando seminari e gruppi di supervisione clinica. È socio fondatore della onlus Metis Africa, attiva in Mali nel paese dogon e in Italia. Nel Dipartimento bolognese è stato a lungo responsabile della formazione degli operatori della salute mentale e dal 2001 in particolare ha curato diversi progetti per la cura di pazienti stranieri e migranti, fondando e coordinando il Centro di Consultazione Culturale, centro con una équipe multidisciplinare rivolta al miglioramento della appropriatezza degli interventi dei servizi socio-sanitari locali. Ha partecipato come delegato regionale alla stesura delle Linee guida ministeriali per la cura dei rifugiati che hanno subito torture e forme gravi di violenza psicologica, redatte nel 2017. Nel periodo 2016-2018 è stato Responsabile della formazione per il progetto regionale Start_ER per la salute dei richiedenti asilo e protezione internazionale finanziato da fondi FAMI.

Robert M. Mercurio

Si è laureato in filosofia negli Stati Uniti, ha conseguito studi post lauream in teologia a Roma e un Masters Degree in Management in California, USA. In seguito si è diplomato in Psicologia Analitica presso il C.G. Jung Institut di Zurigo. Membro della IAAP e dell’AGAP di Zurigo, già socio analista del CIPA di Roma, è attualmente membro e didatta dell’ARPA. Tiene corsi sull’interpretazione delle fiabe e sull’interfaccia tra pensiero religioso e psicologia del profondo presso varie scuole di psicoterapia sia in Italia che all’estero. Ha curato, insieme a F. de Luca Comandini, L’immaginazione attiva nella psicologia di C.G. Jung, Vivarium 2008; è co-autore di Quattro saggi sulla proiezione, Vivarium 2013 e di vari saggi sulla psicologia junghiana pubblicati in Italia e negli Stati Uniti. Vive e lavora a Roma.

Michele Oldani

Sociologo e psicanalista junghiano, docente di Fondamenti di psicologia all’Università di Brera Milano, docente alla scuola Li.S.T.A. della quale è membro del Direttivo. Responsabile del Comitato scientifico della Fondazione Quarta di Milano. Fondatore del gruppo di ricerca Kairos sullo studio dei cambiamenti nel mondo dei giovani. Diplomato in terapia occupazionale. Ha tenuto sportelli e progetti con studenti, genitori ed insegnanti nelle scuole di ogni ordine e grado. Ha collaborato e collabora con periodici e riviste in merito alle problematiche dei giovani nel nostro paese.

Ivan Paterlini

Psicologo clinico, psicoterapeuta e psicoanalista di formazione junghiana, membro del LAI (Laboratorio Analitico delle Immagini) e di SABOF (Società di Analisi Biografica a Orientamento Filosofico). Lavora privatamente con adolescenti e adulti a Parma e a Casalmaggiore (CR). Svolge ricerca e formazione relative alle psicodinamiche dell’adolescenza, della creazione artistica e del Gioco della Sabbia, nella relazione individuale e con i gruppi. Parte del suo lavoro psicoterapeutico è dedicato alla clinica delle psicosi e dei disturbi borderline. Collabora con diverse scuole di specializzazione italiane e con Philo-Pratiche filosofiche di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Sguardo sulle psicodinamiche del gesto creativo. Giacometti: la distanza incolmabile (con D. Ribola, Persiani, 2013); Tipologia e cinema (con D. Ribola, Persiani, 2015); Scenari interiori: il gioco della sabbia tra psicosi e creatività (Mimesis, 2018). Ha scritto sulla Rivista di psicologia analitica: Qual è il tuo mito? Mappe per il mestiere di vivere (a cura di S. Fresko e C. Mirabelli, Mimesis, 2016); Il Minotauro, problemi e ricerche di psicologia del profondo (2019) e Eidos, cinema psyche e arti visive (a cura di Barbara Massimilla, 2019).

Raffaella Pozzi

Nasce a Varese, dove compie gli studi fino alla Maturità classica. Si laurea a pieni voti in Medicina e Chirurgia a Pavia. Inizia da subito a praticare la professione medica in diversi settori, occupandosi per molti anni di Dermatologia, con numerose pubblicazioni al riguardo. Si specializza in Idrologia Medica con lode a Pavia, in Agopuntura presso l’International Acupuncture Training Center di Nanjing, in Omeopatia presso SMB Italia. Negli ultimi 15 anni si è occupata di Psichiatria e si è specializzata in Psichiatria e Psicoterapia (FMH) presso l’Università di Berna. Diplomata alla scuola Li.S.T.A., che ha frequentato negli anni 2006-2010. Dopo un’esperienza come medico assistente in una clinica psichiatrica privata, ha lavorato presso l’Organizzazione Sociopsichiatrica Cantonale del Canton Ticino fino al ruolo di Medico Aggiunto. Da due anni lavora presso il proprio studio privato in Lugano. Svolge il ruolo di relatrice in convegni organizzati dall’Organizzazione Sociopsichiatrica Cantonale del Ticino, dall’Associazione della Svizzera Italiana per i Disturbi d’Ansia, Depressivi e Ossessivi-Compulsivi (ASI-ADOC), dal Comune di Mendrisio. È docente di Psicopatologia presso l’Istituto di Terapie Naturalistiche di Locarno e tiene lezioni nell’ambito del corso CAS (Certificate of Advanced Studies) della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI). Collabora con la rivista Storia Medica Ticinese.

Daniele Ribola

Psicoterapeuta, psicoanalista, vive ed esercita la sua attività nei pressi di Lugano. Co-fondatore e coordinatore didattico della scuola Li.S.T.A., è docente e conduttore di gruppi di supervisione clinica. Diplomatosi nel 1978 al C.G. Jung Institut di Zurigo con Dieter Baumann e Marie-Louise von Franz, è membro della SGAP (Associazione Svizzera di Psicologia Analitica) e della IAAP (Associazione Internazionale di Psicologia Analitica). È analista didatta dell’Istituto C.G. Jung di Zurigo. Ha insegnato nei MAS (Master of Advanced Studies) al corso di Human System Engineering nella Haute École spécialisée della Svizzera francese. Scrive articoli su diverse riviste italiane e francesi. Ha collaborato con il regista della Televisione della Svizzera Italiana Werner Weick alla produzione di alcuni documentari, fra i quali: Dal profondo dell’anima, omaggio a Jung al trentesimo della sua morte; La luce dell’Ombra, una serie di interviste sul tema dell’Ombra in senso junghiano. Fra le sue pubblicazioni: La stagione degli eroi (con E. Camanni e P. Spirito), 1994; Prefazione a M.-L. von Franz, Tipologia psicologica, 1988; Edipo.com, 2004; Entanglement, 2011; La proiezione da Freud a Jung. Difesa esvelamento, 2013; L’orso e i suoi simboli, 2013; Sguardo sulle psicodinamiche del gesto creativo. Giacometti: la distanza incolmabile (con I. Paterlini) 2013; Tipologia e cinema (con I. Paterlini, 2015; Coraggio, 2017; Lo sviluppo del concetto di archetipo nell’opera di Jung, 2017.

Rossella Ricci

Psicologa, psicoterapeuta ad orientamento junghiano e sistemico relazionale. Practitioner EMDR. È docente e supervisore alla Scuola Li.S.T.A. di Milano, componente del Direttivo e coordinatrice del Comitato Centro Studi Li.S.T.A. Lavora attualmente come libera professionista a Milano, Sesto San Giovanni e Piacenza, dove vive. Volge la sua ricerca alle connessioni tra le prospettive e i modelli psicoterapeutici. Co-fondatrice del Centro antiviolenza Cerchi d’Acqua di Milano, presso cui ha operato per vent’anni. Affianca alla pratica analitica un’indagine sull’arte e sulla personalità della donna artista. Ha dedicato seminari a Georgia O’ Keeffe, pittrice e a Irène Némirowsky, scrittrice. Curatrice del saggio Miti utopie e crudeli catastrofi, Persiani 2017 e della prefazione Seguire le tracce del cambiamento (con Cinzia Gatti e Laura Stradella). Ha partecipato in qualità di relatrice a convegni nazionali di psicologia analitica. Pubblicazioni: Le ferite della violenza e dell’abuso: sogni ed immagini, in Libere di scegliere, Coop. Soc. Cerchi d’Acqua, Franco Angeli 2006; Acqua e terra 1: L’immaginario della catastrofe, in Caos Apparente, Jung nell’attualità, Persiani 2015; Immagini e parole nel dialogo analitico: dalla cura all’immaginazione attiva (con Donatella D’Angelo), in Le nuove sfide della psicoanalisi, Edizioni OM 2018.

Idrissa Le Sage Traoré

Nato in costa d’Avorio, arriva in Italia attraverso il deserto, la Libia e il mare. Calciatore nel suo paese di origine, arriva nel veronese come richiedente protezione internazionale. Esperto di tradizioni e di dimensioni iniziatiche, collabora dal 2016 con MetisAfrica come membro dell’équipe delle consultazioni etnocliniche, come formatore e come co-

Valeria Trapani

Psichiatra e psicoterapeuta. Ha frequentato il corso di psicoterapia ad indirizzo junghiano presso la scuola Li.S.T.A. Ha lavorato per dieci anni nei Servizi di Salute Mentale a Verona e in Trentino. Lavora attualmente come libero professionista a Trento e Verona, dove svolge attività clinica come psicoterapeuta e psichiatra. Compie attività di docenza, formazione e supervisione a operatori del settore della salute mentale (psicologi, educatori, infermieri). È docente e supervisore alla scuola Li.S.T.A., componente del Direttivo e responsabile del Corso di Specializzazione in psicoterapia ad indirizzo junghiano per Psichiatri. Tiene incontri e relazioni in collaborazione con associazioni culturali ad indirizzo psicodinamico e junghiano.

Giulia Valerio

Psicoterapeuta junghiana, vive e lavora a Verona. È socia analista ARPA e IAAP. Dal 1995 è membro del Direttivo, docente di Psicoterapia analitica, di Etnopsicoterapia e supervisore presso Li.S.TA. Coordina consultazioni etnocliniche e conduce formazioni in Etnopsicoterapia per l’associazione di volontariato Metis Africa onlus, fondata nel 2001, di cui è Presidente. È co-fondatrice di Metis, centro di ricerca e formazione permanente, per cui tiene seminari e conduce gruppi di supervisione e formazione dal 1993. Ha svolto viaggi di lavoro e reciprocità presso guaritori e guaritrici, pedagogisti e indovini presso la popolazione dei Dogon in Mali. È autrice di diversi saggi, tra cui: Diabolico e simbolico, in II Male, Magi 2009; Maddalena e l’archetipo della grazia, in «Atopon», 2010; Mistero d’amore, in «Babele», 2011; Archetipi e clinica, Magi 2017; Myths, migrants and movements of the soul, Guild of Pastoral Psycology 2018, Violenza, alterità e amore, e Viaggiare: un incontro con l’alterità radicale, in «Giornale storico del Centro Studi di Psicologia e Letteratura» 2018 e 2019.

I docenti ospiti

Susanna Lupo
Elisa Moro
Elena Gabrieli
Alessandra Bertolotti
Anton Summerer

Si laurea nel 1989 in Letteratura e Filologia germaniche presso l’Università di Innsbruck. Dal 1999 partecipa a diversi corsi di e sull’arte. Dal 2005 è libero collaboratore alla Rai di Bolzano con programmi ed interviste su vari temi e personaggi culturali (letteratura, filosofia, arte, fotografia). Insegna materie letterarie alla Scuola Media Secondaria.

Adriana Tremolada
Werner Weick

Giornalista, regista e produttore è autore di oltre duecento documentari realizzati per la RSI (Radiotelevisione svizzera di lingua italiana) diffusi nelle rubriche 360, Reporter, Cercatori dell’infinito, Apocalisse e Il filo d’oro. “La piccola memoria”, ultima produzione, è del 2019.

26 Settembre 2020 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969