LETTURE JUNGHIANE: L’IO E L’INCONSCIO

Docenti: Laura Becatti, Gianluca Minella, Simone Castellari

Nel saggio Lio e l’inconscio del 1928 troviamo una delle prime sistematizzazioni organiche della psicologia di Jung, un primo tentativo di esposizione completa e concisa di quell’insieme di ipotesi sulla natura, struttura e dinamica della vita psichica cui Jung diede il nome di “psicologia analitica”. Come dice Mario Trevi il nucleo profondo di quest’opera sta “nell’implicito concetto d’individuazione come compito dell’uomo, vale a dire un processo per cui, con operazioni complementari di differenziazione e di integrazione, la personalità si costituisce in un tutto unitario e organico, e la sfera inconscia si integra con quella della coscienza, permettendo all’individuo di attingere a una pienezza di vita altrimenti sconosciuta”.

[6 moduli]

13 Giugno 2024 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969 | Privacy & Cookie