Archivio Didattico >>

LE SCHIZOFRENIE
Docenti: Giuseppe Lombardi

Il corso si articolerà attorno a tre temi: la storia del concetto di Schizofrenia, il contenuto della psicosi e l’approccio simbolico ai contenuti della psicosi secondo il modello di Jung.

[4 moduli]

IL CLUSTER PARANOIDEO
Docenti: Valeria Trapani

La natura intrinseca del fenomeno paranoideo, costituito e fondato su emozioni e meccanismi di difesa trasversali, si esplicita in differenti modalità ed intensità espressive, che ne costituiscono il continuum fenomenologico dalla psicologia alla clinica.

[5 moduli]

FARMACI E PSICOFARMACI, TRA BIOCHIMICA, RELAZIONE E RITO
Docenti: Valeria Trapani

I farmaci in generale e particolarmente gli psicofarmaci, più di altre categorie farmacologiche, sono “oggetti oscuri”, potenti nell’attrattiva e nel timore che suscitano. La loro prescrizione, somministrazione, assunzione perciò assume una gamma di significati non soltanto clinici, di intervento sintomatologico, ma anche relazionali tra paziente e cura, tra paziente e terapeuta. In forma di laboratorio si cercherà di incontrare questi aspetti della prescrizione farmacologica nelle diverse situazioni cliniche.

[4 moduli]

ANDALAS DE LIBERTADE (SENTIERI DI LIBERTÀ)
Docenti: Alessandro Coni

La follia è una patologia, ma può essere anche pensata come una dimensione dell’umano che, quando si radicalizza o si espande eccessivamente, può allagare un’esistenza complicandola terribilmente. Il precipitare nella follia comporta la perdita della libertà, la condanna alla latitanza dal mondo per evitare di essere incarcerati nel mondo. Il folle è condannato all’isolamento, all’insignificanza, all’impossibilità di scegliere. I sentieri che conducono alla libertà non possono essere affrontati in solitudine, occorrono compagni di viaggio forti, coraggiosi, leali, che sappiano rispettare il passo incerto e lento, che sappiano condividere il senso del procedere, anche quando incomprensibile, che sappiano dare dignità alla fragilità e voce alle emozioni indicibili che assalgono lungo il percorso.

[3 moduli]

TRAUMI PRECOCI ED EVENTI DISSOCIATIVI
Docenti: Magda Di Renzo

L’ampliamento del concetto di trauma consente di leggere le disarmonie e le mancate sintonizzazioni che si verificano fin dai primi giorni di vita nella diade madre-bambino e favorisce una lettura più completa dei disagi che si manifestano lungo l’arco dello sviluppo. L’attenzione agli stati dissociativi della psiche, interpretabili come difese-risorse e non solo come manifestazioni psicopatologiche, consente un approccio terapeutico più rispettoso dell’individualità del bambino. Per lavorare in dimensioni dissociative e post-traumatiche è necessario che il terapeuta sappia gestire strumenti di comunicazione non-verbale per favorire le integrazioni possibili, per consentire la condivisione delle esperienze e per poter accedere, grazie a queste, a una dimensione simbolica.

[3 moduli]

I SOGNI IN ETÀ EVOLUTIVA
Docenti: Magda Di Renzo

L’interpretazione dei sogni in età evolutiva richiede una particolare cautela. Il bambino, infatti, dice Jung, è sempre più prossimo all’inconscio collettivo e quindi alcuni elementi regressivi non vanno considerati come necessariamente problematici. Il bambino, inoltre, ha difficoltà a produrre associazioni sui propri sogni e spesso il disegno del sogno può aiutare a dar forma a contenuti altrimenti inesprimibili. Partendo dal Seminario di Jung I sogni dei bambini verranno presentate le linee interpretative e le possibilità di amplificazioni anche attraverso casi clinici.

[3 moduli]

PROCESSI CREATIVI NELL’INFANZIA E NEL BAMBINO CHE ABITA L’ADULTO
Docenti: Magda Di Renzo

Dice Jung: “È un impulso oscuro quello che alla fine decide della configurazione, un a priori inconscio preme verso il divenire forma… Su tutto questo processo sembra aleggiare un oscuro “saper di già” non solo della configurazione, ma anche del suo senso. Immagine e senso sono identici e come la prima si forma così il secondo si chiarisce.” La dimensione creativa affonda le sue radici nell’inconscio ed è una delle prime manifestazioni ad essere occultata quando un disagio interferisce nella normale evoluzione. Le manifestazioni dell’inconscio (sogni, disegni e gestualità) sono le sonde attraverso le quali contattare nuovamente quel fondo creativo che può rimettere in moto il processo immaginativo bloccato dal disagio e\o dalla patologia. Pur con le necessarie differenze (dovute al tipo di sviluppo raggiunto) i processi creativi riguardano sia l’infanzia sia l’età adulta e promuovono nei nostri setting la vitalità necessaria alla elaborazione dei nuclei conflittuali.

[3 moduli]

FONDAMENTI DI ETNOCLINICA
Docenti: Catherine Grandsard

Il corso propone un gli elementi di base su cui si fonda la disciplina etnoclinica: precursori, storia e sviluppo della disciplina; il dispositivo etnoclinico e l’inaugurazione di un nuovo modello terapeutico.

[3 moduli]

MÉTISSAGE E MATRIMONI MISTI
Docenti: Catherine Grandsard

Quali sfide psicologiche e educative comporta l’unione tra due persone che non appartengono allo stesso mondo, alla stessa cultura, alla stessa religione? A chi appartengono i bambini nati da queste unioni, che divengono sempre più frequenti nelle metropoli della globalizzazione?

[2 moduli]

TESTIMONIANZE DI ALTRI SISTEMI DI CURA E DI PREVENZIONE
Docenti: John Kossi Fiawoo, Giulia Valerio

Sono arrivati a noi filmati e documenti molto preziosi su rituali terapeutici assai diversi dai nostri, a cui spesso fanno riferimento i migranti, perché tuttora in uso. Jean Rouch, ingegnere ed etnologo, ha inaugurato il metodo del cinema verité, donandoci testimonianze che possono aiutrci a comprendere le basi di quel ‘mondo invisibile’ cui i guaritori si rivolgono. Accanto a questi, verranno offerti alcune immagini sui rituali tuttora vigenti nel paese dei Dogon del Mali, per mantenere vivi i flussi invisibili che collegano tutto l’universo.

[3 moduli]

22 Luglio 2024 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969 | Privacy & Cookie