Archivio Didattico >>

LA PRESA IN CARICO ETNOPSICHIATRICA DEI FIGLI DEI MIGRANTI
Docenti: Nathalie Zajde

Illustrerò il tema con l’aiuto di esempi di casi seguiti nelle consultazione di etnopsichiatria del Centre Devereux di Parigi.

[3 moduli]

TRA I SEGRETI DEL TERAPEUTA: GLI OGGETTI ATTIVI
Docenti: Tobie Nathan

Di cosa si sostanzia la pratica terapeutica? Dalle medicine tradizionali impariamo, accanto al valore degli esseri, degli antenati e delle presenze, il valore delle “cose”: degli oggetti attivi, dei feticci, degli amuleti, che tuttora fanno parte delle pratiche di guarigione e dimostrano la loro efficacia.

[3 moduli]

DISCUSSIONE SU CASI CLINICI
Docenti: Roberto Maisto

Dopo la formazione specifica rivolta alle tematiche etnocliniche, questi moduli sono l’occasione di un laboratorio attivo su casi particolari da affrontare in maniera condivisa.

[3 moduli]

L’INVIOLABILITÀ DELLA NATURA NEL MITO
Docenti: Daniele Ribola, Giulia Valerio

La crisi della relazione fra l’uomo e la natura vista attraverso la rilettura del mito di Artemide e dell’episodio di Atteone.

[3 moduli]

UN INVITO ALLA SANDPLAY THERAPY
Docenti: Michele Oldani, Giulia Valerio

Negli ultimi anni molti operatori del campo psicologico hanno mostrato interesse per la pratica della Sandplay Therapy: si tratta infatti di un metodo ricco di potenzialità sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico. Saranno discusse alcune potenzialità di questa terapia, inaugurata a Zurigo da Dora Kalff, allieva di C.G. Jung e del maestro zen Suzuki, studiandone le potenzialità individuative, cliniche ed etnocliniche.

[3 moduli]

SOLVE ET COAGULA, LABORATORIO MANUALE DI CARTA FATTA A MANO
Docenti: Rossella Ricci, Alice Vercesi

L’esperienza della trasformazione è l’essenza del lavoro psicoterapeutico e dei processi creativi. Per approfondire questi aspetti, si propone un’attività laboratoriale in cui creare fogli di carta partendo da materiali umili e di scarto. La fibra vegetale della carta ha la capacità, se disciolta in acqua, di assumere una nuova forma ed essere così rimessa in circolo e riutilizzata. I fogli fatti a mano conservano l’impronta del gesto creativo, della nuova formazione ottenuta attraverso il lavoro con il telaio. Gesti semplici e rituali che legano insieme il filo del pensiero e quello del cuore.

[5 moduli]

IL TEATRO DELL’OPPRESSO
Docenti: Rui Frati

Tre giornate di laboratorio teatrale, con giochi, esercizi e improvvisazioni. Elementi fondatori del collettivo: la fiducia in se stessi per esistere nel gruppo; il protagonista, l’antagonista e la nozione di conflitti creativi; la socializzazione dei conflitti; la creazione di scene teatro forum. Alla fine della terza giornata, confronto, condivisione del lavoro prodotto in interno con un pubblico invitato. Dibattito teatrale interattivo su alcuni temi emersi durante il workshop.

8 moduli

NUOVE PAROLE DEL DIRE: MUSICA E ARTETERAPIA COME STRUMENTI LABORATORIALI
Docenti: Daniela Crotti

“… il colore è il tasto, l’occhio il martelletto. L’anima è un pianoforte con molte corde.” (Kandinskij) Shakespeare diceva che “l’uomo ha la musica in sé stesso” ed è per questo che esso vi ritrova subito un’eco. Come le note anche i colori sono in grado di comunicare direttamente con l’anima, che è ciò che siamo e che ci connette ancestralmente al profondo. Colore e musica ci parlano e così anche noi, attraverso di loro, possiamo comunicare in modo profondo ed istintuale, in un incessante dialogo tra dentro e fuori. “La musica è la lingua dello spirito. La sua segreta corrente vibra tra il cuore di colui che canta e l’anima di colui che ascolta”, di queste parole di Khalil Gibram faremo esperienza. Dialogheremo attraverso suoni e colore, che diverranno le nuove parole del nostro dire, gli strumenti di un inedito esperimento di ascolto.

[3 moduli]

ESERCITAZIONI (I ANNO)
Docenti: Elisabetta Vaira, Giulia Valerio

 

 

 

 

[6 moduli]

LABORATORIO SUL PRIMO COLLOQUIO
Docenti: Michele Oldani

 

 

 

 

[3 moduli]

13 Giugno 2024 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969 | Privacy & Cookie