Eventi

Ven 05/06/20 - alle ore 18.00
Il Vangelo secondo Alda Merini
Docenti: Marco Campedelli, Robert M. Mercurio, Giulia Valerio

Robert Mercurio e Giulia Valerio invitano Marco Campedelli, narratore, burattinaio, insegnante e sacerdote, a presentare “Il Vangelo secondo Alda Merini”, pubblicato dalla Claudiana.

Racconto poetico, studio critico e esperienza viva si intrecciano in questo testo, che tratta temi cruciali come il confine tra visione e follia, la passione per la trascendenza, l’ardore di una ricerca inquieta lontana dalle convenzioni, e non ultima l’importanza del femminile nelle vicende di Gesù, amato e inseguito dalla Merini anche perché aveva ‘cuore di donna’.

Siamo lieti di invitarvi a questo evento di presentazione della Scuola che quest’anno, in seguito alle disposizioni ministeriali sulla gestione dell’epidemia, abbiamo programmato ON-LINE.

Per partecipare all’OPEND DAY sarà sufficiente prendere contatti con la segreteria, telefonicamente o via mail (+39 02 39834097 | +39 345 8564612 | scuolalista@gmail.com) e lasciare il proprio nominativo e indirizzo mail. Pochi minuti prima dell’inizio dell’incontro sarete invitati a partecipare mediante una mail alla quale dovrete rispondere per partecipare.

La piattaforma adotta è ZOOM per cui, chi volesse partecipare, è invitato a prepararsi preventivamente scaricando sul proprio PC il client che permetterà la corretta partecipazione all’OPEN DAY.

Ci permettiamo di suggerire due brevi tutorial che illustrano in modo semplice ed essenziale come poter utilizzare ZOOM:

https://www.youtube.com/watch?v=CoUvj3Hg0lk

https://www.youtube.com/watch?v=HS4gybkY7WQ

Vi aspettiamo numerosi ! A presto

Sab 30/05/20 - dalle ore 9.30 alle 16.30
TRAUMA E MEMORIA

Il seminario affronterà gli effetti delle esperienze traumatiche sulla capacità di ricordare e sulle conseguenze delle esperienze traumatiche che ripetute esercitano sulla formazione della personalità, con particolare rifermento alla isteria e al disturbo borderline.

La partecipazione per l’intera giornata richiede un contributo di  120,00 (80,00 € per i soci).

(È necessario iscriversi contattando la segreteria della scuola)

———————————————————————————

EVENTO ANNULLATO PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE

———————————————————————————

Sab 23/05/20 - dalle ore 14.30 alle 16.30
Presentazione lavori di diploma

Percorso terapeutico e figure fantasmatiche di un trauma precoce

Il trauma precoce mobilita angosce potentissime che devono essere scongiurate a ogni costo, pena la distruzione psichica. Si attivano, perciò, operazioni difensive primitive finalizzate a mantenere la psiche in uno stato dissociativo, affinché il dolore causato dal trauma possa essere più gestibile e tollerabile. Questo stato dissociativo è garantito da potenze archetipiche, transpersonali, che hanno il compito di proteggere il nucleo più profondo e vulnerabile della personalità. Tali potenze si personificano, diventando figure demoniche prese in prestito dall’immaginario collettivo, persecutrici e protettrici al contempo. 

In questo lavoro è raccontata la storia di un trauma precoce, con particolare attenzione agli “Esseri” transpersonali giunti in soccorso e alla loro evoluzione nel corso della terapia. Nani, streghe, clown e altre potenti figure incontrate nel corso del tempo, hanno permesso di mitigare la sofferenza prodotta dal trauma, ponendosi come interfaccia tra distruzione ed evoluzione. 

Giovanna Cocuzza


La Pietra d’inciampo: errori alchemici nel percorso individuativo

La pietra d’inciampo è un ostacolo inaspettato, una deviazione sul cammino, qualcosa sbarra la strada e che modifica, contro ogni volontà cosciente, il percorso che si era fino a quell’incidente determinato.

Tre personaggi apparentemente molto differenti – Il poeta Cesare Pavese, lo scrittore di fantascienza Philip K. Dick e un paziente tormentato, il signor N. – vengono messi a confronto alla ricerca di un errore comune nell’Opus alchemica della loro vita, ipotetico errore talmente determinante da essere in grado di cambiare l’esito stesso del loro cammino.

Luciano De Blasi


 

Sab 23/05/20 - dalle ore 11.30 alle 13.30
Presentazione lavori di diploma

L’acqua e i sogni

“L’acqua nelle profondità rappresenta l’inconscio” (C.G. Jung, Fondamenti della psicologia analitica). Dove nei sogni si presentano maremoti e alluvioni c’è un grande movimento di energia psichica e il sognatore percepisce un intensa attivazione emotiva, che porta con sé un forte potere trasformativo. Quando l’Io percepisce il terrore di essere travolto da un’inondazione di materiale inconscio sommerso può nascere una nuova alba per il Sé.

Simone Castellari


Il giovane alato

Ogni volta che ci avviciniamo al Puer, siamo irrimediabilmente indotti a resistere alla tentazione di coglierlo per non esserne preda. Il Puer è per natura imprendibile: esiste ma in una dimensione astorica di eterno esilio dal mondo. Quello del Puer è un movimento di ricerca ininterrotto: egli teme di fermarsi stabilmente perché sa di non restare per sempre. È l’incarnazione del Wanderer, il viandante romantico che vive l’impossibilità di una patria. È il soffio leggero della poesia che non riesce a tradursi in prosa. È “lo sbocciar delle cose” che non sa attendere “il tempo del raccolto”. Entrare nella storia, significa per il Puer perdere il rapporto con l’assoluto e al contempo con la propria matrice originaria. Il destino del Puer è quello di volare, di sostare altrove, senza alloggiare mai in questo mondo. Il suo sguardo non è psicologico ma estetico. Dice però Hilman: “Dal Puer ci proviene il senso di destino e di missione; il senso di possedere un messaggio e di dover essere gli eterni coppieri degli dei”. Esso è la vocazione delle cose a raggiungere la propria perfezione, la vocazione delle persone verso il Sé. Per tale ragione, questo archetipo rappresenta uno degli elementi più dinamici della psiche, dato che quando per il Puer “qualcosa finisce è soltanto per dare corso a un nuovo inizio”. Jung, accanto ai limiti di questo archetipo, ne sottolinea le infinite risorse e le grandi potenzialità, affermando che, “[…] il fanciullo da una parte è insignificante, sconosciuto, soltanto un fanciullo, dall’altra parte è invece divino”. La mia scelta è quella di omaggiare il Puer affrontandone la fenomenologia in relazione ad alcune figure che incontriamo abitualmente nel cammino individuativo, quali l’Ombra, l’Anima e la Morte. L’impressione è che ogni dinamica descriva un paesaggio interiore che condensa in forma immaginale un momento cruciale della crescita del Puer verso la maturità e l’interezza.

Massimiliano Cau

Ven 22/05/20 - alle ore 18.00
Contagio, disorientamento e inattese soluzioni: il momento attuale nella realtà delle fiabe.
I venerdì della Psicologia AnaliticaDocenti: Paola Cesati, Giulia Valerio

I temi della contaminazione e dell’epidemia portano l’essere umano a tornare alle radici, alla ricerca della propria verità più intima.

Le fiabe possono aiutare, perché contengono i motivi tipici e terapeutici che narrano i nostri destini:  mostrano gli archetipi nella forma più semplice, più genuina e concisa, con un linguaggio antico e universale.

Offrono chiavi utili a comprendere i processi che si svolgono nella psiche collettiva.

Se le leggiamo e le confrontiamo tra loro ci ritroviamo immersi nella natura umana, ne osserviamo i movimenti tipici e possiamo ripensare al momento che stiamo vivendo, alle emozioni dominanti, ad alcune reazioni compulsive o ad immagini che più ci hanno collettivamente colpiti. E su questo sfondo possiamo amplificarne la comprensione e magari scoprirne un’inaspettata profondità.

Siamo lieti di invitarvi a questo evento di presentazione della Scuola che quest’anno, in seguito alle disposizioni ministeriali sulla gestione dell’epidemia, abbiamo programmato ON-LINE.

Per partecipare all’OPEND DAY sarà sufficiente prendere contatti con la segreteria, telefonicamente o via mail (+39 02 39834097 | +39 345 8564612 | scuolalista@gmail.com) e lasciare il proprio nominativo e indirizzo mail. Pochi minuti prima dell’inizio dell’incontro sarete invitati a partecipare mediante una mail alla quale dovrete rispondere per partecipare.

La piattaforma adotta è ZOOM per cui, chi volesse partecipare, è invitato a prepararsi preventivamente scaricando sul proprio PC il client che permetterà la corretta partecipazione all’OPEN DAY.

Ci permettiamo di suggerire due brevi tutorial che illustrano in modo semplice ed essenziale come poter utilizzare ZOOM:

https://www.youtube.com/watch?v=CoUvj3Hg0lk

https://www.youtube.com/watch?v=HS4gybkY7WQ

Vi aspettiamo numerosi ! A presto

Ven 15/05/20 - alle ore 18.00
OPEN DAY. Aperte le iscrizioni 2020/21
Docenti: Tutti

La scuola offre una formazione psicoterapeutica nell’ambito della Psicologia Analitica, fondata sul pensiero e la prassi di C.G. Jung, con particolare riferimento alla teoria dei complessi, degli archetipi, dell’inconscio collettivo e del processo di individuazione.

A fianco di queste linee, la Li.S.T.A. ha tra i suoi primari obiettivi quello di rimanere costantemente aperta alla conoscenza e alla valutazione dei modelli terapeutici, studiati e approfonditi nella loro prassi e nelle loro ricadute cliniche.

Antropologia culturale ed Etnopsicoterapia, Scienza delle religioni e altri modelli psicanalitici, Terapie non verbali e di gruppo come lo Psicodramma, il Teatro dell’oppresso e il rapporto fra Arte e psiche sono parte fondante dello sviluppo delle capacità critiche ed esperienziali del terapeuta in formazione, per offrire una conoscenza ampia e differenziata di molti modelli di cura, proprio seguendo il modello individuativo tipicamente junghiano.

Siamo lieti di invitarvi a questo evento di presentazione della Scuola che quest’anno, in seguito alle disposizioni ministeriali sulla gestione dell’epidemia, abbiamo programmato ON-LINE.

Per partecipare all‘OPEN DAY sarà sufficiente prendere contatti con la segreteria, telefonicamente o via mail (+39 02 39834097 | +39 345 8564612 | scuolalista@gmail.com) e lasciare il proprio nominativo e indirizzo mail. Pochi minuti prima dell’inizio dell’incontro sarete invitati a partecipare mediante una mail alla quale dovrete rispondere per partecipare.

La piattaforma adottata è ZOOM per cui, chi volesse partecipare, è invitato a prepararsi preventivamente scaricando sul proprio PC il client che permetterà la corretta partecipazione all’OPEN DAY.

Ci permettiamo di suggerire due brevi tutorial che illustrano in modo semplice ed essenziale come poter utilizzare ZOOM:

https://www.youtube.com/watch?v=CoUvj3Hg0lk

https://www.youtube.com/watch?v=HS4gybkY7WQ

Vi aspettiamo numerosi ! A presto

Sab 18/04/20 - dalle ore 10.30 alle 17.00
FORDHAM E LA TERAPIA ANALITICA JUNGHIANA
Docenti: Magda Di Renzo

Il Sé e il processo di individuazione sono importanti anche nel corso dell’infanzia e in generale nella prima metà della vita. Lo sviluppo dell’individuo attraverso il processo di integrazione, de-integrazione e le immagini archetipiche come manifestazione del bambino e non solo come derivato delle immagini genitoriali.

Le esperienze infantili possono essere considerate in gran parte come elementari rappresentazione del Sé che, nel corso dello sviluppo, si trasformano in quelle complesse e organizzate esperienze definite sicurezza di sé, e nella sensazione di possedere un’identità caratterizzata da una continuità spazio-temporale.

La partecipazione per l’intera giornata richiede un contributo di  120,00 (80,00 € per i soci).

(È necessario iscriversi contattando la segreteria della scuola)

Sab 04/04/20 - dalle ore 16.30 alle 18.30
IL SACRIFICIO DEL CERVO SACRO (2017) di Yorgos Lanthimos
CINEFORUM | Il PADRE

Quest’anno il cineforum intende affrontare un tema al centro del dibattito psicoanalitico e sociologico degli ultimi decenni: il Padre. Quando si parla della figura e funzione del padre il discorso tende a estremizzarsi: da immagini vicine al padre castrante dell’Edipo freudiano, al padre in crisi e assente di cui si parla molto oggi. Negli ultimi anni sono stati diversi i film che hanno toccato questo tema: ne abbiamo scelti quattro. Come nel lavoro simbolico, la nostra speranza è di mettere a confronto queste polarità, per costruire durante i quattro incontri un’immagine di Padre nuova e contemporanea.

Presentazione di Giovanni Aricò e Matteo Tagliaferri.

Ingresso libero

Sab 28/03/20 - dalle ore 10.00 alle 17.30
Seminario su Odissea
Docenti: Michele Oldani

Ulisse ha rappresentato nel tempo, da Dante fino a Joyce, motivo di ispirazione e riflessione.

Il senso del suo errare, l’astuzia, la nostalgia, il rapporto con il padre ed il figlio sono solo alcuni dei temi che l’odissea porta in scena.

Il seminario si prefigge lo scopo di affrontarli in chiave psicologica, prestando particolare attenzione alle figure del protagonista, di Penelope e Telemaco ed al viaggio, nella sua potenzialità realizzativa o nella possibile deriva psicopatologica che a volte ne nasconde la meta.

La partecipazione per l’intera giornata richiede un contributo di  120,00 (80,00 € per i soci).

Ven 20/03/20 - dalle ore 15.00 alle 19.30
LA CURA AI CONFINI TRA PIÙ CULTURE: QUALI SINERGIE TRA ETNOPSICOTERAPIA E ALTRE PROFESSIONI?
Docenti: Davide Galesi

Una riflessione su differenze e punti di contatto tra metodologie che, sebbene diverse, sono chiamate a realizzare interventi condivisi con persone non occidentali.

La partecipazione per l’intera giornata richiede un contributo di  120,00 (80,00 € per i soci).

22 Luglio 2024 © Scuola LI.S.T.A. Circolo di via Podgora | Via Illirico 18 20133 MILANO +39 02 39834097 | +39 345 8564612 | P.I. 03688930969 | Privacy & Cookie